Category

Secondi Piatti

Brunch, Formaggio e Uova, RICETTE, Secondi Piatti

Uova in cocotte con parmigiano e capperi

uova in cocotte caon parmigiano e capperi

uova in cocotte caon parmigiano e capperi

Questa ricetta è così facile e si prepara in talmente poco tempo che ho quasi vergogna a definirla ricetta, bastano infatti pochissimi ingredienti e 10 minuti di cottura in forno per prepararla.
L’idea nasce da una foto vista su Pinterest. L’albume viene prima montato a neve e poi miscelato con gli altri ingredienti, nel mio caso capperi tritati, parmigiano grattugiato e prezzemolo fresco. Il composto viene poi diviso nelle cocotte (o pirofiline da forno) e passato per pochi minuti in forno, successivamente viene aggiunto il tuorlo e cotto ancora, per pochissimo tempo, in forno.

Perfette come antipasto o, con un’ insalata mista e del pane croccante, per un pranzo o una cena veloce. Ecco le uova in cocotte con parmigiano e capperi.

Continue reading…

Carne, RICETTE, Secondi Piatti

Lonza alla birra con mele, cipolle e paprika affumicata

lonza alla birra con mele e paprika

Da tre giorni un fortissimo mal d’orecchio mi sta tenendo compagnia, è veramente fastidioso…al mattino quasi non lo sento poi il dolore cresce via via nella giornata. Mi ha rovinato il weekend, avevo in mente 3 ricette da provare ed invece sono riuscita a fare solo questa, ieri per pranzo.

Non sono per niente brava a cucinare la carne, qui sul blog infatti ci sono pochissime ricette. In casa mia si mangiano principalmente pollo e tacchino, qualche volta il maiale e praticamente mai la carne rossa (forse una o due volte all’anno gli hamburger).
Ma il tema di questo mese del contest “Sedici-L’alchimia dei sapori) era proprio la carne, e non potevo non partecipare! Tra tutti gli abbinamenti proposti ho scelto quello maiale/mele che avevo avuto occasione di sperimantare già qualche anno fa e che mi era piaciuto molto.
Ho scelto di fare un’arrosto di lonza, insaporito da paprika affumicata, avvolto nella pancetta e cotto in forno insieme a mele e cipolle rosse, anch’esse insaporite dalla paprika. Il tocco finale, la birra alla mela renetta, che ha completato il piatto donandoli un profumo ed un’aroma buonissimi!

Continue reading…

Pesce, RICETTE, Secondi Piatti

Polpette di tonno e piselli al forno

polpette di tonno e piselli al forno

In questo periodo la mia cucina si tinge di verde! Asparagi, fave, piselli…tutto ciò che tipico del periodo primaverile entra a far parte dei miei piatti!

Stavolta vi parlo di un abbinamento classico, il tonno con i piselli…chi non ha mai mangiato la pasta in questo modo?
Io invece di un condimento per la pasta ho deciso di fare delle polpettine, saporite e leggere perchè cotte in forno. Come tutte le mie ricette sono semplicissime, e non vi servirà nemmeno troppo tempo per prepararle.

Continue reading…

Formaggio e Uova, RICETTE, Secondi Piatti

Uova al pomodoro in cocotte

uova al pomodoro in cocotte

uova al pomodoro in cocotte

Da piccola sia mia mamma che mia nonna mi cucinavano molto spesso le uova col pomodoro, un piatto che si prepara in pochi minuti e che mi è sempre piaciuto moltissimo. Io ho deciso di prepararmelo per pranzo ma in un modo un po’ diverso…

Invece di cuocere le uova in padella ho deciso di creare delle cocottine monoporzione (che in realtà ho mangiato entrambe io) da cuocere nel forno e le ho accompagnate con del pomodoro appena scottato e insaporito da peperoncino. Purtroppo ho un po’ sbagliato la metodologia (ho versato l’uovo tutto insieme nelle cocotte, invece di dividere albume e tuorlo per poi mettere per primo l’albume e poi sopra il tuorlo) e così non c’è un bel colore giallo evidente, ma le uova erano molto buone e le foto mi piacciono molto per cui ho deciso di condividerla lo stesso!:)

Visto che tra pochi giorni è Pasqua ne approfitto per farvi tanti auguri! Che siate impegnati a preparare il pranzo e a festeggiare o che, come me, non facciate niente di particolare vi auguro una serena giornata!!

Continue reading…

RICETTE, Secondi Piatti

burgers di fagioli, carote e sesamo nero

In questo periodo, in cui mi ritrovo a casa a mangiare da sola per tre giorni alla settimana, mi piace sperimentare piatti sempre nuovi. Mi sto segnando tutte le idee che mi vengono in mente su un agenda e man mano cerco di provarle tutte!! Questo weekend invece avrei voluto cominciare a sperimentare i biscotti da regalare a Natale ed invece non sono riuscita a combinare nulla…
Ma veniamo alla ricetta di oggi, dei burgers vegetali (che ho provato a fare per la prima volta) a base di fagioli bruni,dal sapore delicato, carote saltate in padella, insaporite da qualche rondella di porro e semi di sesamo nero, il tutto cotto in forno. Un piatto leggero e saporito che, sono sicura, vi piacerà!
INGREDIENTI
per 4 burgers
100 gr di fagioli bruni Melandri Gaudenzio 
20 gr di porro
2 carote (circa 140 gr già pulite)
2 cucchiai rasi di semi di sesamo nero Melandri Gaudenzio
1 cucchiaio di salsa di soia
2 cucchiai di pangrattato
olio extravergine d’oliva 
sale (facoltativo-io non l’ho usato)
Lasciare in ammollo i fagioli, in acqua fredda, per 6 ore. Scolarli e cuocerli in pentola a pressione per 20 minuti (o in pentola normale per circa 1 ora). Tagliare il porro a rondelle sottili e farlo appassire in un pentolino con un goccio d’olio. Sbucciare la carota e tagliarla a fettine sottili, unirla al porro e cuocere per una decina di minuti (o fino a che le carote sono morbide), bagnando con un goccino d’acqua se dovessero attaccarsi al fondo.
In un robot da cucina con le lame tritare i fagioli, le carote e il porro. Mettere il composto ottentuto in una ciotola e unire la salsa di soia, il pangrattato e il sesamo nero (e il sale…io non l’ho usato perchè per me la salsa di soia insaporisce già abbastanza). Mescolare bene il tutto con un cucchiaio.
Dividere il composto in quattro parti e appiattirle ad uno spessore di  circa 1 cm. Mettere i burgers così ottenuti su una teglia rivestita di carta forno e ungerli leggermente con olio. Passare in forno caldo a 180° per 15-20 minuti, fino a che avranno una crosticina croccante in superficie poi servire.
Carne, RICETTE, Secondi Piatti

arrosto di tacchino con salsa alla zucca e senape

Eccomi di ritorno dopo una settimana di assenza per presentarvi una nuova ricetta con la zucca, regina dell’autunno e, in questo momento, della mia cucina!
Ho preparato questo arrosto un paio di domeniche fa per pranzo, un secondo semplicissimo cotto in pentola a pressione accompagnato però da una salsa dal sapore particolare e aromatico che mi sono inventata lì per lì. Devo dire che il risultato è stato veramente delizioso, vi va di provarla?
INGREDIENTI
900 gr di fesa di tacchino
140 gr di pancetta
1/2 bicchiere di vino bianco
1/2 bicchiere abbondante di brodo vegetale
1 cucchiaio d’olio extravergine d’oliva
rosmarino
pepe
sale
Per la salsa:
300 gr di zucca
1 cipollina borettana (o un pezzetto di cipolla)
1 cucchiaio pieno di semi di senape gialla
2 cucchiai di aceto bianco
1 cucchiaino e mezzo di zucchero di canna
2 cucchiai di panna
1 cucchiaio d’olio extravergine d’oliva
sale
Fare delle piccole incisioni su tutti i lati della carne e inserirvi
degli aghi di rosmarino. Cospargere di pepe nero e stenderlo su tutta la
superficie con le mani. Rivestire con le fette di pancetta e legare con
spago da cucina, inserendo un rametto di rosmarino tra la pancetta e lo
spago. Scaldare l’olio nella pentola a pressione e far rosolare la
carne da tutti i lati, bagnare con il vino e il brodo, chiudere la
pentola e cuocere per mezz’ora dal fischio. Lasciare riposare nella pentola
chiusa per una mezz’oretta, poi aprirla e far rosolare ancora una decina
di minuti l’arrosto.
Mettere i semi di senape in una bicchiere con l’aceto e lasciare
macerare per un’oretta. Pulire la zucca e tagliarla a pezzetti. Tritare
finemente la cipolla. In un pentolino antiaderente scaldare l’olio e
farci appassire la cipolla quindi unire la zucca e lo zucchero di canna,
bagnare con un goccio d’acqua e cuocere fino a che la zucca è morbida.
Lasciare intiepidire.
Mettere nel bicchiere del frullatore la zucca, la senape con l’aceto e la panna e frullare fino ad ottenere un composto cremoso. Servire l’arrosto tagliato a fette con la salsa tiepida.

Con questa ricetta partecipo al contest “Orange is the new black” del blog “One pancake in a million” e “Col kitchen & Photos”

http://blog.giallozafferano.it/colkitchenphotos/orange-is-the-new-black-gli-scones-zucca/
Io mangio da sola, Pesce, RICETTE, Secondi Piatti

Salmone al vapore con verdure allo zenzero

E dopo esserci gustati una bella colazione od una golosa merenda con la crema di ciliegie e cioccolato, oggi vi propongo un piatto leggero, sano e un po’ speziato, grazie all’uso dello zenzero fresco che, con il suo sapore di limone e la sua piccantezza, dona al piatto un’aroma incredibile!
Ho trovato l’idea della ricetta sulla rivista “Cucinare Bene” di qualche mese fa ma , al momento di farla, ho fatto un po’ di testa mia…mi piace sperimentare in cucina, soprattutto in questi piatti in cui non è necessario seguire delle dosi precise!
INGREDIENTI
per 1 persona
un trancio di salmone da circa 200gr
2 carote non troppo grosse
2 cipollotti
un pezzetto di zenzero (circa 5 gr)
un rametto di rosmarino
1 cucchiaio d’olio
1 cucchiaino di succo di limone + 1 fettina di limone
1 cucchiaio di salsa di soia
un pizzico di zucchero
50 ml di brodo vegetale

Eliminare la pelle e la lisca centrale dal trancio di salmone. Cuocerlo a vapore, aromatizzando l’acqua di cottura con un pochino di  zenzero tagliato a pezzettini, una fettina di limone e un po’ di rosmarino, per una decina di minuti.
Sbucciare le carote, lavarle e tagliarle a bastoncini. Scaldare l’olio in una padella e cuocere le carote per 4-5 minuti, bagnandole con un goccino di brodo. Eliminare la parte esterna dei cipollotti, tagliarli in quarti per il lungo e aggiungerli alle carote. Cuocere anch’essi per 4-5 minuti, bagnandoli con il resto del brodo.

Unire lo zenzero sbucciato e tagliato a pezzettini piccoli, bagnare con la salsa di soia e unire il rosmarino tritato. Mescolare e cuocere ancora per qualche  minuto. Servire la verdura con il salmone.

 

Formaggio e Uova, RICETTE, Secondi Piatti

Frittatine primavera

Aria di primavera…le giornate sono più lunghe, i vestiti sono più leggeri (anche se qui mattina  e sera fa ancora freschino) e la mia voglia di piatti allegri e colorati sale!!!
Adoro il colore! Nei vestiti (anche se poi sono quasi sempre vestita di nero…ma un orecchino, una borsa o una sciarpa colorata non manca mai), in casa (dove pareti, quadri e cucina colorata non mancano) ed anche nel cibo. Le frittatine che vi presento oggi ne sono un esempio lampante!!!
INGREDIENTI
per 4 frittatine
3 uova
1/2 peperone rosso
1 carota piccola
40 gr circa di piselli sgranati
1 cipollotto
1/2 porro
prezzemolo
sale
pepe nero
Pelare la carota, lavarla e tagliarla a pezzettini. Quindi sbollentarla, insieme ai piselli, per 4-5 minuti. Scolare e lasciare intiepidire. Eliminare la prima foglia esterna del porro, quindi inciderlo per il lungo e ricavare altre 4 foglie. Sbollentare anch’esse per pochi minuti (devono diventare appena morbide ma non disfarsi).
Lavare il peperone, eliminare i semini interni e tagliarlo a pezzettini. In una ciotola sbattere le uova con un po’ di sale e del pepe nero macinato, quindi aggiungere i piselli, la carota e il peperone.
Ungere leggermente degli stampini da muffins (io ho usato quelli in silicone da 6 cm di diametro) e rivestire l’interno con le foglie di porro tagliate a misura. Dividere il mix di uova e verdura negli stampini e cuocere a 190° (ventilato) per circa 20 minuti, o fino a che le frittatine sono belle gonfie e dorate. Aspettare qualche minuto quindi sformare, facendo attenzione a non romperle e aiutandosi, magari, con un cucchiaio.
E, visto che parliamo di primavera e di colore, guardate che belli i miei anemoni che ho piantato poco più di un mese fa e che ora sono fioriti!!!
Sono i miei fiori preferiti…quando mi sono sposata il mio bouquet era di anemoni tutti colorati e così era decorata la chiesa!
 Con questa ricetta partecipo al contest di Alice del blog “La cucina di Esme
e a quello di Beatrice del blog “Beatitudini in cucina
Io mangio da sola, Pesce, RICETTE, Secondi Piatti

Polpette di patate e salmone con mandorle e basilico

Era davvero da troppo tempo che non pubblicavo una ricetta a base di salmone…sapete che nella mia cucina non manca mai, vero?
Stavolta mi sono inventata delle polpette, abbinando il pesce alle patate lesse, a delle mandorle e a qualche fogliolina di basilico (ho appena comprato una piantina e non potevo non usarlo!!). Il risultato mi è piaciuto talmente tanto che le rifarò al più presto!!!!
INGREDIENTI
per 1-2 porzioni
120 gr di salmone lessato (io l’ho cotto mel microonde per 3 minuti con un goccio di vino bianco e un po’ di scorza di limone grattugiata grossolanamente)
15 mandorle senza pelle
180 gr di patate lesse
2 cucchiai di pangrattato
1 cucchiaio di pecorino grattugiato
3-4 foglie di basilico
pangrattato
olio d’arachide
Lasciare intiepidire il salmone e le patate poi mettere entrambi nel robot da cucina (o in una tritatutto) con le mandorle e il basilico. Tritare il tutto per qualche secondo. Unire i due cucchiai di pangrattato  e il pecorino e mescolare con un cucchiaio. Formare con le mani delle polpettine di circa 4 cm di diametro e passarle nel pangrattato in modo da rivestirle bene.
Scaldare l’olio in un pentolino e friggervi le polpette, più o meno 5 minuti per lato, facendo molta attenzione  a girarle perchè sono molto morbide. Asciugarle per bene con della carta assorbente e farle raffreddare prima di gustarle. La temperatura ambiente è quella ideale!
Carne, RICETTE, Secondi Piatti

Cosciotto di maiale e patate alla birra e paprika affumicata (in pentola a pressione)

Come ho già detto più volte non amo molto la carne…mangio quasi esclusivamente pollo, ma ogni tanto spunta qualcosa che m’incuriosisce e allora provo a cucinarlo!
E’ il caso di questo pezzo di cosciotto di maiale, l’avevo nel freezer da qualche settimana e così, domenica, mi sono lanciata nella sua preparazione. 
Ho deciso di cuocerlo nella pentola a pressione, così da risparmiare un po’ di tempo, insieme a delle patate a pezzetti. Il tutto bagnato con la birra e aromatizzato con della paprika affumicata, mio recentissimo acquisto in un nuovo negozio che hanno aperto a Como!!!
INGREDIENTI
1 pezzo di cosciotto di maiale da circa 1 kg
circa 500 gr di patate
1 bicchiere e mezzo (abbondante) di birra
1 pezzetto di cipolla
1 cucchiaino raso di paprika affumicata
rosmarino
pepe nero
olio extravergine d’oliva
Praticare dei taglietti con la punta di un coltello nella carne e inserirvi qualche ago di rosmarino, poi cospargere con pepe nero, massaggiando un po’ la carne per farlo aderire bene.
Scaldare un paio di cucchiai d’olio nella pentola a pressione, unire la cipolla tritata e qualche ago di rosmarino, quindi far rosolare la carne da tutti i lati. Bagnare con un bicchiere abbondante di birra, chiudere il coperchio e cuocere per 30 minuti dal fischio.

Sbucciare le patate e tagliarle a pezzettoni. Far sfiatare la pentola, unire le patate e la birra rimasta, quindi chiudere nuovamente il coperchio e cuocere per 10 minuti dal fischio. Lasciare riposare una decina di minuti poi aprire la pentola, tagliare la carne a fette e servirla accompagnata dalle patate e dal sughetto che si sarà formato.

Carne, RICETTE, Secondi Piatti

Coscia d’anatra all’arancia

Qualche settimana fa ho trovato le cosce d’anatra in offerta al supermercato…non le avevo mai cucinate e neanche mai mangiate ma la curiosità l’ha fatta da padrona e non ho potuto fare a meno di comprarle!!!
Mi è subito venuto in mente l’abbinamento più classico, quello con l’arancia…ho cercato in internet, ho chiesto un po’ in giro e alla fine ho fatto un mix di tutte le ricette e ho sperimentato (per me sola, che mio marito non gradisce…)!!!! Devo dire che il risultato è stato soddisfacente, ci riproverò sicuramente!
Potrebbe essere anche un’idea per il pranzo di Natale, non trovate? Io sto preparando il menù per il pranzo di S. Stefano…so solo che come secondo farò l’arrosto di tacchino con salsa al vino rosso e melograno e come dolce gli sformatini di panettone con salsa al cioccolato…voi cosa preparate di buono?
INGREDIENTI
per 1 persona

1 coscia d’anatra (circa 400 gr)
il succo di un’arancia
la scorza di un’arancia
una carota
1 gambo di sedano
un pezzetto di cipolla
un rametto di rosmarino
1 cucchiaio di zucchero di canna
salsa di soia
olio extravergine
In una pentola antiaderente scaldare un goccino d’olio con il rosmarino e la scorza d’arancia tagliata a julienne. Unire l’anatra e farla rosolare da tutti i lati, quindi bagnare con il succo d’arancia e aggiungere la carota, la cipolle e il sedano tagliati a pezzettini. Coprire con un coperchio e cuocere per 40 minuti (aggiungendo un goccio d’acqua se dovesse asciugarsi troppo).

A questo punto unire lo zucchero di canna e la salsa di soia e proseguire la cottura per 10-15 minuti, girando spesso la carne in modo di farla insaporire da tutti le parti. Servire ben calda.
Carne, RICETTE, Secondi Piatti

Brasato…a modo mio

Il sottotitolo di questo post potrebbe essere “come fare un brasato che piaccia a mio marito”!!:)
Premetto quindi che questa non è la vera ricetta del brasato…non ho marinato la carne nel vino ma l’ho usato solo in cottura, non ho usato spezie varie tipo chiodi di garofano (che io adoro ma che non posso proprio utilizzare) ma solo salvia, rosmarino e pepe e ho utilizzato la pentola a pressione per accorciare un po’ i tempi…così può essere tranquillamente preparato anche la sera, se arrivate a casa da un’ora decente dall’ufficio!!!
Il risultato è stato comunque ottimo, con una salsa saporita e cremosa al punto giusto e un bel piatto di polenta taragna d’accompagnamento. Spero vi piaccia, questa è la ricetta…
INGREDIENTI
700 gr di scamone di manzo
2 carote
2 gambi di sedano
1/2 cipolla
300 ml di vino rosso di ottima qualità
1 bicchiere d’acqua
2 foglie di salvia
un ramettino di rosmarino
2 cucchiai d’olio extravergine
sale grosso
pepe

polenta per accompagnare

 

Scaldare l’olio nella pentola a pressione aperta con la salvia e il rosmarino, unire la carne e farla rosolare da tutti i lati. Unire il vino, l’acqua e  le verdure lavate e tagliate a pezzettoni, salare e pepare. Chiudere la pentola e cuocere per un’ora dal fischio. Spegnere il fuoco e lasciare riposare nella pentola chiusa per mezz’oretta. 
Togliere la carne, tenerla in caldo e frullare il sughetto di vino e verdure. Servire il brasato a fette cosparso dalla salsa e accompagnato da polenta calda.
Com questa ricetta partecipo al “Colors & Food” di novembre
http://colorsandfood.blogspot.it/2013/11/novembrei-toni-del-rustico.html

e al quarto contest di “Ca’ Versa

CONSIGLIA Risotto al salto